CONVOCAZIONE ASSEMBLEA SOCI, 2020

Convocazione prima Assemblea ordinaria dei Soci della Sezione  
                            Territoriale di Lodi – 04 aprile 2020

                  
Cara Socia, Caro Socio,
Ti comunico che l’Assemblea della Sezione Territoriale di Lodi dell’Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti Onlus – APS è convocata in seduta ordinaria per il giorno 04 Aprile 2020, presso la sede dell’Associazione Arbitri ( AIA ) sita in via Fanfulla 22 a Lodi, piano terra, alle ore 08:30, in prima convocazione e alle ore 09:30, in seconda convocazione; in questo caso l’Assemblea sarà validamente costituita qualsiasi sia il numero degli associati intervenuti.
 
Ordine del Giorno:

elezione del Presidente e del Vicepresidente;
nomina del Segretario;
elezione di tre questori vedenti;
elezione di cinque scrutinatori di cui due non vedenti;
relazione morale anno 2019: valutazioni e determinazioni ed approvazione;
conto consuntivo anno 2019: valutazioni e determinazioni ed approvazione;
operazioni di voto per:

elezione di n. 5 Consiglieri Sezionali,
elezione di n. 1 Componente il Consiglio Regionale Lombardo U.I.C.I.,
elezione di n. 1 Delegato al Congresso Nazionale U.I.C.I. 2020;
varie ed eventuali.

 
Saranno inoltre resi disponibili, con atti separati, prima dell’Assemblea, la relazione morale e la descrizione sintetica delle entrate e delle uscite relative al bilancio consuntivo.
Tutta la documentazione inerente l’ordine del giorno dell’Assemblea sarà pubblicata sul sito web della Sezione: http://www.uicilodi.org in formato accessibile e sarà resa disponibile a tutti i soci presso la Sezione nei seguenti orari: lunedì, martedì, giovedì e venerdì, dalle ore 10.00 alle ore 12.30, da giovedì 12 marzo 2020.
In relazione alle elezioni alle cariche di cui all’ordine del giorno vi informo che il Consiglio Sezionale ha deliberato che la segretaria sig.ra Rosa Rossi sarà la delegata a ricevere le liste e le candidature alle suddette cariche, che potranno essere presentate presso la sede sociale nei seguenti orari: lunedì, martedì, giovedì e venerdì, dalle ore 10.00 alle ore 12.30, dal giorno venerdì 21 febbraio 2020.
Ricordo, inoltre, che per poter esperire il diritto di voto è necessario il pagamento della quota tessera anche dell’anno in corso; tale operazione si potrà effettuare prima dell’inizio dei lavori assembleari.
Al termine dell’Assemblea, come di consueto, ci riuniremo tutti per il pranzo sociale di cui vi daremo informazioni dettagliate in seguito.

In calce si riportano tutte le informazioni riguardanti le modalità di voto e le presentazioni delle candidature e delle liste, nonché i requisiti per poter votare ed essere votati.      
                                                         
                                                                                                                 
La Presidente    
Daniela Monico 


Indicazioni generali per le votazioni Chi può votare:
I soci effettivi maggiorenni e i soci tutori, purché iscritti al 31 dicembre 2019 e in regola con il pagamento della quota associativa del 2019 e del 2020.I nuovi soci, iscritti nel 2019, anche tra ottobre e dicembre, sempre purché in regola con il pagamento della quota 2020.

Chi ha diritto ad essere votato:
Possono essere votati ed eletti alle cariche di Presidente e di Vice Presidente i soci effettivi maggiorenni che abbiano maturato almeno due anni continuativi di anzianità associativa al 31 dicembre 2019, vale a dire, con iscrizione deliberata entro il 30-6-2018.
Possono essere eletti alla carica di Consigliere i soci che abbiano maturato almeno un anno di anzianità associativa al 31 dicembre 2019, vale a dire, con iscrizione deliberata entro il 30-6-2019.
I soci tutori non possono ricoprire le cariche di Presidente e di Vice Presidente. Le persone vedenti maggiorenni possono essere elette nei Consigli delle Sezioni territoriali fino a un terzo dei componenti; nei Collegi dei Sindaci senza limitazioni di numero. I soci tutori sono esclusi dal computo di un terzo dei componenti. Non è eleggibile chi non è in godimento dei diritti civili e politici.

Candidature e liste:
Le candidature sono di norma formalizzate mediante la presentazione e la sottoscrizione di liste.
In presenza di una sola lista, è consentita la presentazione di candidature al di fuori della lista.
Tali candidature devono essere presentate e accettate per iscritto prima dell’inizio delle operazioni di voto.
In caso di presentazione di una o più liste possono essere espresse preferenze per non più di un terzo dei componenti da eleggere (arrotondato per difetto), comunque tutti appartenenti alla stessa lista.
Nel caso di presentazione di una sola lista e di candidature fuori lista le preferenze possono essere espresse o per i candidati appartenenti alla lista o per i candidati fuori lista, sempre nel predetto limite di un terzo dei componenti da eleggere arrotondato per difetto), ma non per entrambi, a pena di nullità della scheda.
In assenza di liste, ogni socio potrà esprimere libere preferenze fino al numero dei componenti il Consiglio o i rappresentanti da eleggere.
Le liste di candidati devono essere depositate presso la segreteria sezionale entro le ore 12:00 del decimo giorno precedente l’Assemblea.
Le liste devono essere sottoscritte presso gli uffici sezionali alla presenza di persona specificamente incaricata dal Consiglio Sezionale oppure davanti a un notaio o ad altro pubblico ufficiale abilitato.
Sottoscrittori e candidati, ad eccezione dei candidati vedenti, devono essere soci in regola con il tesseramento 2020 all’atto rispettivamente della sottoscrizione di presentazione e dell’accettazione della candidatura.
Le liste devono essere sottoscritte per le Sezioni fino a 250 soci da almeno 10 soci.
La lista deve comprendere un numero di candidati non superiore al numero dei Consiglieri da eleggere, aumentato di un terzo e non inferiore ai due terzi, come segue:
Consiglio di cinque componenti: 3 – 7.
Nella formazione delle liste deve essere assicurata la rappresentanza di genere in misura non inferiore a un terzo dei candidati.
Per il calcolo, il totale dei candidati va diviso per tre e arrotondato per eccesso.
Non è ammesso candidarsi in più liste.
Per ciascuna lista va nominato un rappresentante di lista.

Le eventuali candidature singole 
vanno presentate al Presidente della Sezione, coadiuvato dal segretario sezionale o da altra persona incaricata dal Consiglio Sezionale, anche in sede di Assemblea, ma prima, dell’inizio delle operazioni di voto.
L’ammissibilità di tali candidature, una volta accettate per iscritto dai candidati, è disposta dal Presidente dell’Assemblea.
In caso di contestazione, decide l’Assemblea a scrutinio palese.
Le liste regolarmente presentate, sono numerate per sorteggio alla scadenza dei termini di presentazione.

Come si vota:
Per votare, ciascun socio votante può, a propria scelta, avvalersi della scrittura in Braille o di quella usuale, cosiddetta in “nero”.
Può inoltre avvalersi di un assistente personale in cabina.
Il Presidente del seggio deve assicurare che ciascun assistente non assista più di due votanti.
Sotto la responsabilità del Presidente dell’Assemblea, le votazioni devono garantire tassativamente la segretezza del voto e la libertà dell’elettore.
Il Presidente del collegio scrutinante, prima dell’inizio delle operazioni di voto, comunica in Assemblea il numero delle liste e i nominativi dei candidati di ciascuna lista.
In ogni cabina devono essere presenti i nominativi dei candidati e i numeri delle liste, in Braille e a caratteri ingranditi.
Il Presidente dell’Assemblea garantirà la libertà dell’elettore, evitando azioni di disturbo nelle adiacenze del seggio e allontanando eventuali disturbatori durante le operazioni di voto.

Spoglio delle schede e attribuzione di voti e preferenzeNullità totale della scheda votata:
La scheda è annullata totalmente nei seguenti casi:
a) quando presenta scritture o segni tali da far ritenere in modo inoppugnabile che  l’elettore abbia voluto far riconoscere il proprio voto;

b) quando la volontà dell’elettore si è manifestata in modo non univoco e non c’è possibilità, nemmeno attraverso il voto di preferenza, di identificare né il candidato alla carica, né la lista di candidati Consiglieri prescelti;

c) nel caso siano espresse più preferenze di quanto consentito, ovvero preferenze per  persone non candidate, ovvero preferenze per candidati di liste diverse.

Nullità delle preferenze espresse:
I voti di preferenza dovranno rispecchiare le proporzioni relative alla parità di genere, in ragione di almeno un terzo e due terzi con cifre decimali arrotondate per eccesso.
In caso contrario, tutte le preferenze devono considerarsi nulle.
La nullità di singoli voti di preferenza non annulla il voto alla lista.
Al contrario, la nullità del voto di lista determina, in ogni caso, la nullità dei voti di preferenza.

Conta dei voti e assegnazione dei seggi:
Occorre procedere in modo distinto a una conta dei voti ottenuti dalla lista e dei voti ottenuti dai singoli candidati all’interno della lista.
Un voto alla lista si somma ai voti di lista, ma non assegna alcuna preferenza.
I voti ottenuti dalla lista determinano il numero di seggi conquistati, mentre i voti di preferenza serviranno a indicare quali candidati di quella lista risulteranno eletti.
I seggi vengono ripartiti con il metodo maggioritario, nel modo seguente:

a) in assenza di liste, i seggi vengono ripartiti secondo la graduatoria compilata in base alle preferenze espresse;

b) in presenza di una sola lista e di candidature fuori lista, la lista ottiene un numero di seggi proporzionale ai voti ottenuti e comunque non meno dei due terzi dei componenti da eleggere.
I rimanenti seggi vengono attribuiti in base alla graduatoria delle preferenze fuori lista;

c) in presenza di due liste, i seggi vengono ripartiti proporzionalmente ai voti, ma con riserva di un minimo dei due terzi dei seggi per la lista maggioritaria;

d) in presenza di più di due liste, i seggi vengono ripartiti proporzionalmente in base ai voti ottenuti da ciascuna lista.

Alla lista che ha ottenuto il maggior numero di voti sono comunque riservati i due terzi dei seggi.
I seggi restanti sono ripartiti solo fra le altre liste.
In caso di parità di voti, risulta eletto il più anziano per appartenenza continuativa all’Unione.
In caso di ulteriore parità, risulta eletto il più anziano di età.L’anzianità associativa si calcola dalla data di iscrizione, considerando solo gli anni per i quali è stata pagata la quota associativa, ancorché in ritardo.
A pena di decadenza, entro otto giorni dalla proclamazione, gli eletti devono dichiarare per iscritto la loro accettazione dell’elezione e il possesso dei diritti civili e politici.L’assunzione delle funzioni nel termine di cui sopra equivale ad accettazione tacita della carica.         

UNIONE  ITALIANA  DEI  CIECHI  E  DEGLI  IPOVEDENTI ONLUS – APS –   SEZIONE  TERRITORIALE  DI  LODI VIA TITO FANFULLA, 22 – 26900 – LODI – ITALIA E-mail:               uiclodi@uiciechi.it
E-mail PEC :          uicilodi@messaggipec.it
Tel.     –   UICI-LODI:          0371 56 31 2
Fax     –   UICI-LODI:          0371 42 88 18
Cell.    –   UICI-LODI:          377 70 87 841
 

Per eventuali donazioni libere, il nostro codice IBAN:
Banca Popolare di Lodi Ag. 6 P.le 3 Agosto, 1 – 26900 LodiIT89 E 05034 20363 000000124391;

Oppure puoi sostenerci donando il tuo 5 per 1000:Codice Fiscale – 92543250150.